Le migliori soundbar del 2019

I migliori televisori sono sempre più sottili e per questa ragione spesso e volentieri hanno altoparlanti piuttosto piccoli. A parte rare (e costose) eccezioni, l’audio del vostro televisore quindi lascia a desiderare. Soprattutto se avete un televisore di alta qualità, vale la pena di investire qualcosa affinché l’audio sia altrettanto bello. Ed ecco perché abbiamo confezionato questo articolo con le migliori soundbar in circolazione. 

Se amate l’estetica elegante del vostro televisore 4K, allora una soundbar è una scelta eccellente. Le migliori soundbar in commercio oggi infatti sono belle da vedere e si integrano molto bene nel vostro arredamento, senza “spuntare” come altre soluzioni audio. Sono infatti progettate per essere appaganti alla vista quanto all’udito. Sono una buona soluzione anche per ambienti relativamente piccoli, dove sarebbe difficile installare un impianto 7.1. 

La maggior parte delle migliori soundbar incluse in questa lista si può posizionare facilmente appena sotto lo schermo, ma si possono anche agganciare al muro sopra di esso. In questo modo, avrete la flessibilità di decidere l’installazione che vi soddisfa di più, tanto per estetica quanto per effetto sonoro. 

La maggior parte ha solo altoparlanti rivolti in avanti, ma riesce comunque a proiettare il suono in modo da dare l’impressione che provenga effettivamente da direzioni diverse. 

Il problema delle soundbar? Ce ne sono tantissime in commercio. Se non trovate quella giusta, potreste finire per prendere qualcosa che non vi soddisfa davvero. O che suona appena meglio rispetto agli altoparlanti del televisore. 

Le migliori soundbar del 2019

 Continuate quindi a leggere la nostra guida per scoprire quali sono le migliori soundbar del 2019. Che cerchiate compatibilità con Dolby Atmos, un sistema multi-room, un design elegante o qualunque altra cosa, tra le migliori soundbar che abbiamo selezionato c’è sicuramente quella giusta per voi. 

Non lo ripeteremo mai abbastanza: quando si tratta di soundbar, c’è una scelta vastissima. E anche se si chiamano soundbar, letteralmente barre sonore, ce ne sono di ogni forma e dimensione. Variano molto anche i prezzi: da meno di 100 euro fino a oltre €1.500. 

Se scegliete uno dei modelli più economici avrete le connessioni essenziali e poco più. I modelli più costosi e sofisticati, invece, hanno ingressi HDMI di ultima generazione, compresi dei connettori passthrough compatibili con 4K e HDR, streaming wireless (in genere tramite Bluetooth e AirPlay), più potenza, un suono più pulito e  compatibilità con l’audio dei dischi Blu-Ray. 

Naturalmente un vero sistema surround offre ancora di più ed è la soluzione ideale per il vostro televisore. Ma ci vogliono più spazio e più denaro, quindi una tra le migliori soundbar è probabilmente la scelta più adeg

Samsung HW-MS650 Soundbar

Image credit: Samsung

Non contenta della propria posizione nel settore TV, Samsung vuole diventare un marchio leader anche in quello audio. I suoi sforzi hanno già portato a risultati notevoli, come con la soundbar HW-K850, e specialmente le HW-K950 con Dolby Atmos, nonché con una serie di altoparlanti multi-room. 

La HW-MS650 riesce a distinguersi da tutti gli altri prodotti del colosso sud coreano. Nessun’altra soundbar di queste dimensioni offre tanta potenza e un suono così pulito, uno spettro così ampio e bassi così definiti. Tanto con i film quanto con la musica questa soundbar è fantastica, e offre prestazioni che ci si  aspetterebbe da un impianto audio molto più costoso. Il tutto a un prezzo reale poco superiore ai 300 euro.  

Leggi la recensione Samsung HW-MS650 Soundbar 

Sony HT-ST5000 Soundbar

Image credit: Sony

La Sony HT-ST5000 è la soundbar più costosa della nostra lista, ma in cambio di circa €1.200 avrete un oggetto eccezionale sotto ogni punto di vista, compatibile con Dolby Atmos e con un suono surround tra i migliori che si possano avere. 

Qualità costruttiva e design sono eccezionali, e le prestazioni audio impressionano per chiarezza e distribuzione spaziale. 

Con un prezzo così alto, comunque, molti preferiranno senz’altro un prodotto meno costoso come la Samsung HW-MS650 che abbiamo messo al primo posto. Ma se volete il meglio che si possa avere da una soundbar, la HT-ST5000 è quella da scegliere.

Leggi la recensione Sony HT-ST5000 

Q Acoustics M4 Soundbar

Image credit: Q Acoustics

La Q Acoustics M4 non è il primo modello che viene in mente, e a dirla tutta non è nemmeno facile da trovare (ma al momento su Amazon è disponibile). Ha un aspetto spartano e non ha ingressi HDMI, ma basta sentire cosa può fare con musica e film per dissipare ogni dubbio. In effetti, la qualità audio è tanto alta che viene il sospetto riguardo l’effettiva utilità, o sensatezza, delle soundbar con più canali (questa è solo stereo). 

Questa soundbar ha una qualità audio migliore rispetto a tutti i concorrenti dal prezzo simile, e in effetti offre un assurdo rapporto qualità/prezzo. Soprattutto per chi è interessato alla musica più che ai film.  

Leggi la recensione Q Acoustics M4 Soundbar 

Samsung HW-N950

Image credit: Samsung

La Samsung HW-N950 è speciale. È il modello top di gamma di questo marchio, ed è la prima dopo l’acquisizione di Harman Kardon da parte di Samsung – una scelta che sta già pagando. 

La HW-N950 è un netto miglioramento rispetto all’apprezzata HW-K950 (che per molto tempo è stata al sesto posto della nostra classifica). La N950, tre le altre cose, aggiunge Dolby Atmos e DTS-X, che mancavano sulla K950. 

Grazie anche a queste novità, la Samsung HW-N950 è semplicemente una tra le migliori soundbar in commercio, in grado di generare davvero un suono 7.1.4, immersivo e pieno. L’uso di satelliti posteriori senza fili e di un subwoofer rende la N950 facile da installare, e capace di generare un audio basato sugli oggetti con i filmati compatibili, senza ricorrere a trucchetti da due soldi. 

Leggi la recensione Samsung HW-N950 

Philips Fidelio B5

Image credit: Philips

La Naim Mu-so si potrebbe etichettare come il classico prodotto per audiofili esigenti. Già il modello precedente si era affermata con una tra le migliori in assoluto, e con questa nuova versione l’azienda riesce ad alzare ulteriormente l’asticella, grazie a una riprogettazione che, secondo Naim, ha riguardato ben il 95% del prodotto. 

Le prestazioni audio sono semplicemente strepitose, in particolare con la musica. La si può controllare con il telecomando incluso, con l’applicazione Naim oppure con il touchscreen, che offre funzioni limitate ma spesso sufficienti. Il collegamento alla TV via HDMI ARC è comodissimo.

Ciliegina sulla torta, il design classico ed elegante funziona sempre, ovunque lo mettiate. Una scelta che sacrifica un po’ l’ergonomia, perché le porte sono difficili da raggiungere; ma d’altra parte, almeno in teoria, non dovrete usarle quasi mai. 

Spettacolare, ma d’altra parte con un prezzo abbondantemente sopra i mille euro non ci aspettiamo nulla di meno. 

Leggi la recensione Naim Mu-so 

Sonos Playbar

Image credit: Sonos

La Sonos Playbar è una soundbar senza HDMI, che si affida alla connessione ottica per collegarsi al televisore. Usata da sola può migliorare nettamente la resa sonora della stanza, ma ci vorrà uno smartphone o un tablet. Il vantaggio più evidente è il fatto di poterla integrare in un sistema Sonos esistente. Può anche sostituire i tre altoparlanti frontali in un sistema 5.1, se combinata con due altoparlanti posteriori della linea Play:1

Sfortunatamente però ha solo una connessione ottica, che andrà bene per moltissimi utenti  ma non per chi ha un televisore privo di questa uscita (non molti in effetti). Se non fosse per questa piccola mancanza, starebbe più alto nella nostra lista delle migliori soundbar. 

Leggi la recensione Sonos Playbar 

Sonos Beam

Image credit: Sonos

La Sonos Beam è una soudbar fantastica per il  prezzo che ha. Possiede  tutti i vantaggi dell’ecosistema Sonos ed è un piacere da usare e configurare, soprattutto se il vostro televisore ha HDMI ARC. È molto compatta e per questo la si può abbinare facilmente in uno spazio ristretto, dove per esempio può stare solo un televisore da 32 pollici. Ma è abbastanza grande da non risultare sminuita in un’installazione più grande. 

La Sonos Beam non ha bassi strepitosi né il suono avanzato Dolby Atmos, il che per qualcuno potrebbe essere un problema, ma in rapporto al suo prezzo offre davvero molto. Compresa la possibilità di controllarla tramite Amazon Alexa e Google Assistant. 

Leggi la recensione Sonos Beam 

Denon HEOS Bar

Image credit: Denon

Con nove altoparlanti organizzati in gruppi di tre per i canali centrale, destro e sinistro, una modalità per il surround virtuale che crea l’illusione di avere più altoparlanti intorno a sé, la HEOS Bar può essere più o meno tutto ciò che desiderate. 

Lo spettro sonoro è davvero ben bilanciato, e la HEOS si è dimostrata a proprio agio con la musica, grazie anche a una tonalità calda che le conferisce un carattere unico. Mancano opzioni per  personalizzare l’audio ma questa lacuna non è grave quanto pensassimo. Ascoltare musica con questa soundbar è davvero un piacere , in particolare le tracce lossless, con cui la HEOS Bar riesce a far emergere molti dettagli. In un paio di occasioni, però, abbiamo notato che si perde il primo mezzo secondo del brano.  

Leggi la recensione Denon HEOS Bar 

Focal Dimension

Image credit: Focal

Focal, marchio noto per i suoi ottimi altoparlanti (e le recenti cuffie Focal Listen) è stata tra le ultime ad aggiungere una soundbar al proprio catalogo. Ma valeva la pena di aspettare per la Focal Dimension. È semplicemente splendida, con la finitura nera e il corpo in alluminio unibody. 

La trovate a circa €830, che non sono pochi in assoluto ma considerate le qualità di questo prodotto si può persino considerare a buon mercato. 

Leggi la recensione Focal Dimension 

Bose SoundTouch 300

Image credit: Bose

La Yamaha BAR 400 offre prestazioni convincenti con il suo sistema 2.1, che sfrutta un subwoofer separato. Ed è quindi ideale tanto per la musica quanto per la visione dei film. Il sistema MusicCast facilita la creazione di un sistema multi-room, mentre la compatibilità con Dolby DTS Virtual:X assicura una buona esperienza durante la visione di un film. 

Yamaha può vantare  una grande tradizione nella creazione di sistemi audio, e questa soundbar ne è la prova lampante. La mancanza di Dolby Atmos la è un piccolo difetto che non le consente di raggiungere la perfezione, ma si tratta di un’assenza trascurabile.  , . 

Leggi la recensione Yamaha MusicCast BAR 400 

Polk Audio Command Bar

Image credit: Polk

Se avete circa 300 euro da spendere e non potete andare oltre, potrebbe interessarvi la Polk Audio Command Bar, adatta a un salotto di medie dimensioni. 

Come si può intuire dal design, la Command Bar nasce con Alexa, l’assistente vocale di Amazon, il che la rende un oggetto abbastanza intelligente. È anche un prodotto piuttosto  economico, con bassi potenti e alcune funzioni interessanti. 

Non proprio una soundbar fantastica, ma visto il  prezzo non è male. 

Leggi la recensione Polk Audio Command bar 


Source: techradar

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>